Trattamento macchie solari

Trattamento macchie solari
04.09.2019

Può capitare che, al ritorno delle vacanze, anche se non ci si è scottati e si è protetta adeguatamente la pelle, con lo svanire dell’abbronzatura compaiano delle macchie su viso e corpo.

Queste iper-pigmentazioni sono dovute ad effetto distorto della formazione di melanina e ne soffre circa una donna su tre sopra i 40 anni ma è in progressivo aumento anche nella fascia tra i 20 e i 30. 

Infatti, le macchie solari vengono favorite dall’invecchiamento cutaneo, dall’uso di alcuni farmaci come la pillola anticoncezionale, dagli squilibri ormonali e dalla depilazione o dall’uso di profumi prima di esporsi al sole.

Trattamento macchie solari

Anche se la pelle ha una sorta di “memoria” e, quindi, negli anni seguenti le macchie solari possono ricomparire, si possono schiarire con apposi trattamenti.

Ad esempio, in commercio vi sono varie creme schiarenti molto valide, solitamente a base di idrochinone, retinoidi o altre sostanze schiarenti, in particolare le sostanze più efficaci sono il rucinolo, il B-resorcinolo e l’acido glicirretico. Questi prodotti vanno applicati una volta al giorno insistendo sulla macchia, anche se bisogna dire che il rischio di schiarire anche la parte intorno è molto limitato perché i principi attivi agiscono solo sugli accumuli di melanina. 

Per aumentare l’efficacia, si può affiancare l’uso di gel a base di fosfolipidi, dall’alta azione ristrutturante. 

I primi risultati si iniziano a vedere dopo almeno due settimane di applicazione, ma il ciclo completo dura circa due-tre mesi e, in seguito, è indispensabile esporsi al sole con le dovute precauzioni affinché le macchie non si manifestino nuovamente. 

Se, invece, le macchie sono particolarmente scure, comparse già da tempo e le creme non hanno dato i risultati sperati, si può ricorrere a trattamenti dermatologici come il peeling o il laser.

Il peeling è un trattamento esfoliante a base di acidi esfolianti che, rimuovendo lo strato più superficiale della pelle, aiuta a far svanire l’iper-pigmentazione, anche se l’effetto è garantito finché non ci si espone nuovamente al sole e a patto che sia eseguito da un dermatologo esperto.

Il laser, invece, si può adoperare sia quello frazionale che il laser Q-Switched, entrambi estremamente validi se realizzati da personale esperto e definitivi contro le macchie, a patto di seguire le indicazioni sul post trattamento ed esporsi, successivamente, al sole con le dovute precauzioni.

Hai dubbi o curiosità su questo argomento? Desideri maggiori informazioni? Contattaci! Lo staff della Farmacia del Corso sarà lieto di mettere a tua disposizione le proprie conoscenze!


Commenti: 0

Lascia un commento

L'indirizzo email non puo' essere pubblicato . I campi richiesti sono contrassegnati*