Scottature al sole? Ecco come trattarle

Scottature al sole? Ecco come trattarle
11.07.2019

Può capitare a tutti di scottarsi al sole, magari perché la piacevole brezza marina ha fatto dimenticare di riapplicare la protezione solare oppure perché si è adoperato un filtro non idoneo al proprio fototipo o ancora perché si è sottovalutato il picco del sole a mezzogiorno.

In tutti questi casi il risultato è sempre lo stesso: pelle arrossata, accaldata, che dà prurito. Nei casi più intensi procura dolore al minimo contatto e possono comparire delle bollicine.

Le principali zone soggette a scottature sono le spalle, il naso, le orecchie, il décolleté e il dorso dei piedi, perché queste parti del corpo vengono colpite dai raggi ultravioletti in modo perpendicolare, quindi con intensità maggiore.

Se la scottatura dovesse provocare senso di nausea, brividi, febbre è necessario rivolgersi ad un medico o in farmacia per la prescrizione di medicinali specifici, nei casi di eritema intenso ed esteso può essere opportuno rivolgersi direttamente al pronto soccorso.

Ecco, invece, alcuni pratici consigli per trattare le scottature al sole di lieve e media entità:

  • Evitare di esporsi ulteriormente al sole sino alla completa guarigione
  • Applicare impacchi di acqua fresca (non fredda o ghiaccio) per alleviare dolore e bruciore, oppure si può rinfrescare l’intero corpo con docce fresche.
  • Applicare degli impacchi freddi con un decotto di camomilla e olio di calendula, da applicare sulla pelle più volte fino al completo assorbimento. Può essere di grande aiuto perché la calendula è un ottimo rimedio naturale contro le ustioni e la camomilla è un calmante e un disinfettante naturale.
  • Fare un bagno tiepido con bicarbonato di sodio e/o farina d’avena. Il primo ha proprietà disinfettanti mentre l’avena ha un’azione lenitiva ed emolliente, idrata e nutre la pelle.
  • Massaggiare localmente della crema o gel all’Aloe vera, che è un potente disinfettante e idratante. Per un effetto più intenso e rinfrescante si consiglia di conservarli in frigorifero.
  • Il classico rimedio della nonna: applicare delle fette di patata direttamente sulla pelle nelle parti più scottate, tenendole ferme in loco per circa 20-30 minuti. La patata ha un alto potere antinfiammatorio e decongestionante, che aiuta a liberarsi rapidamente del tipico prurito dovuto alle scottature solari.
  • Spruzzare di frequente dell’acqua termale in spray è un rimedio pratico e facilmente sempre a portata di mano per rinfrescarsi.

Una volta scomparsa del tutto la scottatura si potrà rincominciare ad esporsi al sole in modo attento e graduale, questa volta evitando altre spiacevoli disattenzioni!

Hai qualche altra curiosità su questo argomento? Contattaci! Lo staff della Farmacia del Corso è a tua disposizione!

Commenti: 0

Lascia un commento

L'indirizzo email non puo' essere pubblicato . I campi richiesti sono contrassegnati*